Corsica e Cap Corse, un paradiso per i viaggiatori

Spiagge di tutti i tipi, ripide falesie costiere, mare limpido, tramonti mozzafiato e alti rilievi: questa è la Corsica, una terra aspra e montuosa, ma anche famosa per le sue coste. Se volete visitare un’isola mediterranea un po’ diversa dal solito, la Corsica, sia per i paesaggi che la gastronomia e la storia, è unica nel suo genere.

Il modo migliore per girare l’isola è indubbiamente in macchina, che può essere noleggiata sul posto o portata su uno dei tanti traghetti per la Corsica. La maggior parte dei turisti arriva a Bastia, situata nella parte nord-orientale dell’isola.

Bastia è il punto di partenza ideale per esplorare il Cap Corse, il promontorio o anche il“ditone” dell’isola che punta verso Genova. É caratterizzato da strette stradine lungo le scogliere a picco sul mare, che è di un intenso colore blu, e piccole insenature con spiagge davvero particolari. La più celebre è la spiaggia di Nonza, una lunga insenatura ricoperta di ciottoli nerissimi, che conferiscono un colore particolarmente scuro al mare. Il centro abitato omonimo non è raggiungibile in macchina per la sua particolare posizione arroccata, che costrinse gli abitanti del posto a costruire varie scalinate e terrazzamenti.

Molti paesini sorgono nella parte più interna del promontorio, a causa delle varie invasioni saracene che costrinsero i Capocorsini a rifugiarsi in aree più nascoste. Ci sono anche moltissime torri, costruite come parte di un grande piano di difesa, tutte coordinate tra di loro da un sistema di segnali di fuoco, che permetteva di allertare l’intero promontorio in caso di un’invasione.

Il giro di Cap Corse conduce fino a Saint Florent, un paese che, per la sua vivacità e i vari locali alla moda, si distingue molto dalla pace e dall’atmosfera selvaggia che regna sul promontorio. Il centro cittadino vero e proprio è di origine genovese e molto pittoresco, mentre Plage de la Roya è un bellissimo luogo dove dedicarsi agli sport d’acqua.

Già solo il nord dell’isola offre abbastanza intrattenimento per una breve vacanza estiva, ma la Corsica è ricca di molte altre cose da fare. Un terzo della superficie è parco nazionale, il più famoso è il Parco Naturale Regionale della Corsica. Qui ci si può dedicare al trekking e alla contemplazione della flora e fauna locali, all’equitazione e ai giri in mountain bike. A est, invece, sorge la famosa Ajaccio, celebre per la sua storia (esisteva già in epoca romana) e per aver dato i natali a Napoleone Bonaparte.

Per gli amanti delle grandi spiagge sabbiose, poi, c’è la zona di Portovecchio, raggiungibile in traghetto direttamente dall’Italia. Le spiagge locali ricordano un po’ quelle della Sardegna per il loro colore bianco, anche se la vegetazione circostante è più rigogliosa.

Indipendentemente dei gusti individuali di turisti e viaggiatori, la Corsica offre qualcosa per tutti.

The following two tabs change content below.
Ho una strana visione del mondo. Non cerco un posto fisso. Credo che viaggiare costi meno che stare a casa. Amo la natura, faccio fatica a stare in cittá. Mi piace vivere con semplicitá. Ho fatto molti viaggi intorno al mondo, il piú lungo (per ora) é durato 15 mesi e ha dato vita a questo blog. Non mi piace andare in vacanza, preferisco viaggiare 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + 20 =