Itinerario di viaggio in Australia Occidentale

Nonostante ci siano innumerevoli possibili itinerari on the road in Australia Occidentale, i più comuni sono due: un giro nel south-west o un tour del north-west, entrambi con partenza da Perth, la capitale dello stato e unica città collegata con l’esterno da voli internazionali, fatta eccezione per alcuni voli da Bali a Port Hedland e Broome. Mentre il south-west è più freddo e ricco di foreste, il north-west è arido e desertico (l’acqua potabile è un bene prezioso più caro della benzina), ma ricco di affascinanti canyon, spiagge mozzafiato e acque ricche di vita marina. Se foste interessati a fare un viaggio a sud di Perth, vi rimando a questo articolo, che descrive più dettagliatamente il nostro itinerario. Per scoprire tutto su un viaggio nel north-west dell’Australia Occidentale, invece, rimanete su questa pagina.

Itinerario nel north-west australiano: da Perth ad Exmouth

Itinerario e tempistiche

L’itinerario è abbastanza semplice, dato che si sale dritti lungo la costa. La scelta più comune per un viaggio on the road di due settimane è la tratta Perth-Exmouth, con tutte le tappe intermedie, ma con un ritmo un po’ più sostenuto può essere fatta anche in una decina di giorni. Per i viaggi di sette giorni è meglio fermarsi a Shark Bay. I fotunelli che possono permettersi di viaggiare per più di sette giorni, invece, dovrebbero includere anche una deviazione verso l’entroterra da Exmouth, per vedere il Karinjini National Park, oppure fondere il giro nel north-west con alcune tappe nel south-west. Ecco la cartina con le principali tappe da noi effettuate.

Tappe

Le tappe del nostro viaggio. In fondo all’articolo troverete anche utili consigli su dove fare rifornimento e dove campeggiare.

Perth-Kalbarri

La prima tappa assolutamente imperdibile è Kalbarri, a quasi 600 km da Perth, ma ci sono alcune interessanti fermate da fare lungo il viaggio per spezzarlo in due o tre giorni. A circa un’ora dal centro di Perth c’è il Yanchep National Park, uno dei pochi parchi nazionali in WA dove si possono vedere i koala, mentre un po’ oltre si può visitare il deserto dei pinnacoli, un deserto sabbioso cosparso di strane formazioni rocciose che escono dalla sabbia. Tra Yanchep e i pinnacoli si può fare una rapida tappa a Lancelin, celebre per le sue dune di sabbia bianca, un mini-deserto mosso dal vento e in costante movimento (si teme che un giorno possa inghiottire qualche strada o casa lungo il suo “cammino”).

Deserto dei pinnacoli

Fatta questa prima parte, che in alternativa può anche essere un’interessante gita in giornata da Perth, si può tirare dritto fino a Geraldton e Port Gregory, dove c’è un bellissimo lago rosa (foto di copertina). I viaggiatori che hanno un sacco di tempo possono fermarsi anche a Cervantes e Jurien Bay, dei piccoli paesi lungo la costa, dove è possibile intrattenersi con un po’ di pesca e bagni nel mare, ma chi andasse un po’ di fretta farebbe meglio a saltarle.

Port Gregory ed il bellissimo lago rosa si trovano a circa 60 km da Kalbarri, la nostra prossima meta.

Kalbarri

Qui vale decisamente la pena fermarsi almeno una notte, ancora meglio due o tre. Kalbarri è celebre per il suo parco nazionale, che include una parte desertica nell’entroterra, ricca di gole e canyon scavati dal Murchinson River, ed una parte costiera, dove bellissime scogliere variopinte si gettano a picco sul mare. Qui troverete un articolo intero dedicato alla zona.

Il Murchinson River visto da Nature’s Window

Shark Bay

La prossima meta imperdibile dopo Kalbarri è Shark Bay, una grossa contea la cui cittadina principale è Denham. Come dice il nome, qui ci sono un sacco di squali di tutti tipi:). Li abbiamo visti a decine dalla spiaggia e dalle scogliere, talvolta dai moli delle barche, insieme a tartarughe marine, razze enormi, seppie e delfini. A Shark Bay vale la pena fare il bagno per conoscere la vita marina del posto, ma anche senza entrare in acqua è possibile vedere tutti gli animali marini citati sopra. Una delle attrattive principali della zona è Monkey Mia, celebre per i delfini selvatici che visitano la spiaggia ogni giorno, ma non sono da perdere neanche Shell Beach, una spiaggia composta interamente di conchiglie, Little Lagoon, una bellissima laguna cristallina a pochi chilometri da Denham, ed il Francois Peron National Park, visitabile solo con mezzi 4×4. Sono necessari un paio di giorni per vedere bene la zona, i fotunati che girano con una jeep possono fermarsi anche tre o quattro. Per saperne di più, clicca qui.

Beata tra le conchiglie a Shell Beach

Exmouth e Coral Bay

Da Shark Bay si può tirare dritto fino alla zona di Exmouth e Coral bay, non ci sono particolari attrazioni lungo la strada, se non la città di Carnarvon, non particolarmente bella, ma utile per fare la spesa in un vero supermercato e fare il pieno di benzina e acqua (lungo i 350km che dividono Carnarvon da Exmouth ci sono solo un paio di benzinai che vendono scorte limitate d’acqua, non ci sono paesi). Da Denham a Exmouth i chilometri sono quasi 700, fattibili in giornata, ma consiglio a chiunque abbia un po’ di tempo di dividerla in due tappe e pernottare nel bush in una delle tante rest area gratuite che ci sono lungo la strada.

Sia Exmouth che Coral Bay si affacciano sul famoso Ningaloo Reef, ricchissimo di vita marina. È possibile vedere tantissimi pesci colorati facendo snorkelling da riva, tartarughe, razze, mante giganti, pesci giganti di ogni tipo e anche… squali! Dani ne ha visto uno, di quelli cattivi, lungo quasi 2 metri, facendo il bagno a pochi metri da riva… siete avvertiti :-0

Spiagge da sogno nel Cape Range NP

Da ottobre a marzo è possibile vedere decine di piccoli squali del reef, non pericolosi per l’uomo, a Skeleton Bay, vicino a Coral Bay. Chi avesse un po’ più di soldi da spendere (si parla di circa 200-300 dollari al giorno) puà partecipare ad un tour in barca per vedere e nuotare, nei periodi di giusti, con gli squali balena. Infine, a Exmouth c’è da visitare il parco nazionale Cape Range, dove oltre a fare il bagno nel mare e snorkelling si può esplorare l’arido entroterra, pieno di canguri, wallabies ed emu.

Noi ci siamo fermati ad Exmouth, da lì è riniziato il nostro rientro a Perth, che abbiamo deciso di suddividere in un paio di tappe.

Dove fare rifornimento

Nonostante ci siano piccoli supermercati locali a Kalbarri, Denham e Exmouth (inutile dire che sono carissimi e poco forniti), le uniche città in cui si può fare la spesa in un vero supermercato sono Perth, Geraldton e Carnarvon. Tre città in 1300 km di strada. Conviene calcolare bene cosa si desidera portare. Anche la benzina si fa più cara andando verso nord, ma ci sono comunque distributori ogni 150-200km.

Dove dormire

Ci sono vari hotel e appartamenti vacanze a Kalbarri, Denham ed Exmouth, oltre che alcune roadhouse con camere lungo la strada, ma il modo migliore per esplorare la zona è sicuramente il camping. Il meglio sarebbe noleggiare o comprare un furgoncino o un bel camper, ma in alternativa va benissimo anche la tenda, come abbiamo fatto noi. In città si deve sempre campeggiare nei campeggi autorizzati, una buona occasione per riempire i serbatoi di acqua, farsi la doccia, fare la lavatrice ecc, ma lungo la strada si può dormire nelle rest area gratuite, che da poco dopo Geraldton fino a Coral Bay abbondano. Ricordatevi che in genere si tratta di campeggi “wild”; non c’è acqua, neanche non potabile ed è necessario portarsi tutto l’occorrente. A sud di Gerladton, invece, ci sono alcuni ottimi campeggi gratuiti nella zona di Dongara, anche qui i servizi sono limitati, ci sono solo alcuni tavolini e bush toilets (senza acqua), ma in compenso si può dormire direttamente in spiaggia.

Anche se è fattibilissimo organizzare il viaggio in modo da dormire sempre in hotel, vale decisamente la pena provare l’alternativa camping per assaporare la vera essenza del bush australiano. Dormire nel bush permette di scoprirne il lato vivibile: i bei tramonti, il canto degli uccelli al sogere del sole, le delicate brezze notturne sotto un cielo stellato unico al mondo… un mondo completamente diverso dal deserto sabbioso ed inospitale che si attraversa in macchina di giorno. 🙂

The following two tabs change content below.
Ho una strana visione del mondo. Non cerco un posto fisso. Credo che viaggiare costi meno che stare a casa. Amo la natura, faccio fatica a stare in cittá. Mi piace vivere con semplicitá. Ho fatto molti viaggi intorno al mondo, il piú lungo (per ora) é durato 15 mesi e ha dato vita a questo blog. Non mi piace andare in vacanza, preferisco viaggiare 🙂

Ultimi post di Anna (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − otto =