Parco Nazionale Kalbarri, Australia

Un viaggio in Australia Occidentale (qui l’itinerario completo) non può definirsi completo senza una sosta al parco nazionale Kalbarri, che concilia splendidi paesaggi costieri e scogiere a picco sul mare con un entroterra arido e secco, ricco di gole e canyon scavati dal Murchinson river.

La piccola cittadina di Kalbarri, un celebre resort turistico in Australia, si trova a circa 570 km a nord di Perth e può essere raggiunta in una giornata di viaggio, oppure effettuando varie tappe lungo il percorso. L’attrazione principale della zone è l’omonimo parco nazionale, che include una parte costiera, gratuita per i visitatori, ed una parte nell’entroterra, per la quale c’è da pagare un biglietto d’ingresso di 13 dollari a veicolo (fino a 10 passeggeri).

Il Murchinson River visto da Nature’s Window

Lungo la costa ci sono vari viewpoint raggiungibili in macchina da cui di possono ammirare panorami mozzafiato: scogliere rosse, gialle, ocra e marroni a picco sul mare in contrasto con il colore blu intenso dell’oceano, dove nel periodo giusto è possibile sorgere grandi balene in migrazione. Ci sono anche alcuni sentieri per ammirare il panorama da varie angolazioni, con la tranquillità tipica di una passeggiata lungomare. Il Mushroom Rock Nature Trail, un anello di circa 3 km che presenta formazioni rocciose davvero bizzarre, è uno dei miei preferiti. I viewpoint migliori, invece, sono sicuramente Grandstand e Red Bluff, ma per i viaggiatori che si spostano con calma vale sicuramente la pena visitarli tutti. Nonostante il sole sia fortissimo e le temperature possano facilmente superare i 40 gradi d’estate, soffia sempre un bel vento rinfrescante che rende le passeggiate più piacevoli.

Panorami lungo il mushroom rock nature trail

La stessa cosa non si può dire della parte più interna del parco nazionale Kalbarri, che noi abbiamo visitato in primavera, a novembre, ma dove già alle nove di mattina le temperature erano insopportabilmente alte e vicine ai 40 gradi. In estate le temperature possono superare regolarmente i 50 gradi, soprattutto nelle strette gole scavate dal fiume, ed è quindi fondamentale svegliarsi presto per visitare le due attrazioni principali, Nature’s Window ed il Z-bend lookout, prima delle 8 di mattina.

Se il caldo fosse troppo insopportabile, consiglio di visitare solo i due viewpoint più famosi e il Hawk’s head, tutti raggiungibili in macchina. Tuttavia vale anche la pena fare alcune delle passeggiate, magari presto di mattina, tra le quali consiglio il River Walk che parte dal Z-bend lookout.

In fondo al River Walk – 7 di mattina e già si moriva di caldo

Sia la parte costiera che quella interna possono essere visitate in giornata, ma dopo aver fatto tutta quella strada per arrivare fin lì, credo possa essere una buona idea fermarsi a Kalbarri almeno due giorni. La cittadina è piccola, ma offre vari tipi di accomodation, hotel, campeggi e ostelli, più un piccolo supermercato ed alcuni distributori di benzina; insomma, tutto il necessario per fermarsi qualche giorno e fare scorta di provviste prima di proseguire il viaggio.

The following two tabs change content below.
Ho una strana visione del mondo. Non cerco un posto fisso. Credo che viaggiare costi meno che stare a casa. Amo la natura, faccio fatica a stare in cittá. Mi piace vivere con semplicitá. Ho fatto molti viaggi intorno al mondo, il piú lungo (per ora) é durato 15 mesi e ha dato vita a questo blog. Non mi piace andare in vacanza, preferisco viaggiare 🙂

Ultimi post di Anna (vedi tutti)

Un pensiero su “Parco Nazionale Kalbarri, Australia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 − 1 =