Come trovare lavoro in Australia

Se avete letto il mio ultimo articolo su come organizzare un’avventura con il working holiday visa in Australia, passo per passo, magari vi siete chiesti se è davvero così facile trovare lavoro e come si fa. Ebbene, sì, ci sono tante offerte per chi viene qui con un working holiday visa, ma c’è anche sempre più gente che viene in Australia in cerca di lavoro, quindi è meglio sapere come muoversi.

Come trovare lavoro in Australia

 

Ci sono tre strategie principali per cercare lavoro qui, le stesse che usereste a casa: cercare su internet, portare curriculum nei posti di lavoro che vi interessano o affidarvi ad agenzie specializzate. Ora, le agenzie a cui potete rivolgervi non sono le solite agenzie di collocamento a cui si rivolgerebbe anche un australiano, quelle infatti raramente aiutano chi è qui con un working holiday visa a causa delle restrizioni che questo visto purtroppo ha. Meglio, quindi, cercare un’agenzia specializzata per “backpackers o addirittura un singolo settore (a Margaret River, per esempio, ci sono varie agenzie che cercano quasi esclusivamente fruit pickers per la vendemmia e la raccolta delle mele).

Moltissimi ostelli, soprattutto nei posti più frequentati dal turismo giovane, offrono un servizio simile a quello delle agenzie: chi alloggia da loro riceve una mappa che indica tutti i datori di lavoro che regolarmente impiegano backpackers. Il guaio, l’avrete già intuito, è che dovete alloggiare da loro, il che non è proprio economico, visto che persino un letto in dormitorio costa almeno 20 dollari a notte. Se foste in due, quindi, vi converrebbe molto di più cercarvi una sistemazione privata con bagno privato e magari anche un bel cucinino o giardino, piuttosto che svenarvi in ostello (a meno che andiate pazzi per la vita d’ostello 🙂 ).

Io e Dani abbiamo preferito spendere di meno e vivere con qualche comfort in più, vi consiglio Airbnb per trovare una sistemazione privata. Così non abbiamo potuto approfittare dell’aiuto offerto dagli ostelli e, almeno inizialmente, ci siamo buttati sulla ricerca online. Di siti ce ne sono tanti (backpackerjobboard, thejobshop, il famoso gumtree…), ma i risultati possono essere deludenti. La maggior parte degli annunci ha centinaia di visualizzazioni dopo poche ore, quindi dovete essere rapidi e fortunati per trovare un lavoro con questo metodo (oltre che essere il candidato ideale!). Nonostante ciò, io il mio primo lavoro qui, come venditrice al mercato dell’artigianato di Fremantle, l’ho trovato proprio online.

Il metodo più efficace, comunque, secondo me è andare di porta in porta a lasciare curriculum. Nelle grandi città c’è un sacco di concorrenza, ma è più facile trovare lavoretti casual, per esempio per un paio di sere a settimana. Dovrete quindi combinare più lavori per ricavarne un guadagno decente. Nelle zone più rurali sicuramente c’è meno richiesta, ma se finite nel posto giusto al momento giusto potete stare certi di aver trovato un posticino fisso per un po’ di tempo 😉 Sappiate, però, che per spostarvi al di fuori delle grande città, soprattutto in Australia Occidentale, Northern Terriotory e Australia del sud, serve la macchina. I trasporti pubblici sono praticamente inesistenti e persino lungo la costa est, più popolata, il servizio è caro e scadente. Se volete uscire dalle città, macchina sia! 🙂

Se non siete troppo schizzinosi c’è la raccolta della frutta, è quasi impossibile non trovare lavoro in questo campo. Le farm logicamente non sono in città, quindi anche in questo caso serve la macchina, ma dovrebbe essere abbastanza facile ripagarla con qualche settimana di lavoro. Su internet ci sono moltissimi annunci, ma in alternativa potete presentarvi davanti ad una farm quando sapete che è il momento è buono (sarebbe assurdo presentarsi davanti ad un vigneto per raccogliere l’uva in pieno inverno), le possibilità che vi prendano sono alte.

Presumo che la scelta più importante da fare all’inizio sia se prendere una macchina o meno e dove alloggiare, dato che in ostello non solo si può disporre dell’aiuto della struttura, ma è anche più facile parlare con altri ragazzi che sono nella vostra stessa situazione e che potrebbero darvi utili consigli.

È proprio per sentito dire che ho trovato il mio primissimo lavoro qui tanti anni fa, quando ero in Australia con un altro visto. Stringere contatti pare essere ancora il metodo più efficace, nonostante ci troviamo in piena era digitale. Quindi via dal computer e pronti a spargere curriculum 🙂

The following two tabs change content below.
Ho una strana visione del mondo. Non cerco un posto fisso. Credo che viaggiare costi meno che stare a casa. Amo la natura, faccio fatica a stare in cittá. Mi piace vivere con semplicitá. Ho fatto molti viaggi intorno al mondo, il piú lungo (per ora) é durato 15 mesi e ha dato vita a questo blog. Non mi piace andare in vacanza, preferisco viaggiare 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + quindici =